Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Farmacia
Home page > Corso di studio

Corso di studio

Presentazione del corso

Corso di laurea in Farmacia (pdf)

 Il corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Farmacia (classe LM13) si articola in cinque anni.

 Obiettivo del corso è quello di formare un professionista in grado di svolgere un ruolo importante di connessione tra paziente, medico e strutture della sanità pubblica, collaborando al monitoraggio dei farmaci sul territorio e fornendo indicazioni sul corretto utilizzo dei farmaci.

Vengono infatti fornite al laureato le conoscenze teoriche e pratiche necessarie all’esercizio della professione di farmacista e per operare in campo sanitario quale esperto del farmaco e dei prodotti per la salute (cosmetici, dietetici e integratori nutrizionali, prodotti erboristici, dispositivi medici, articoli sanitari, ecc).

logo farmacia

 Accanto allo studio delle discipline teoriche, il laureato acquisisce esperienza nelle tecniche di laboratorio con esercitazioni a posto singolo di tipo chimico-analitico e tecnologico-farmaceutico. La preparazione scientifica multidisciplinare, orientata al mondo del farmaco, permette al laureato di operare in ambito sanitario avendo un ruolo attivo nella tutela della salute dell'uomo.

 

A partire dall’a.a. 2018/19 è stato istituito un nuovo ordinamento che recepisce le indicazioni della legge 69/2009, che definiscono la Farmacia dei Servizi, con nuovi compiti e nuove funzioni assistenziali riservati alle farmacie sia pubbliche che private. Le farmacie devono infatti funzionare da collegamento con laboratori di indagini cliniche, con i medici specialistici, con strutture sanitarie; devono collaborare a screening di massa su patologie mirate, partecipare a iniziative di farmacovigilanza sia su farmaci che su cosmetici. Il farmacista deve inoltre svolgere anche alcuni piccoli servizi sanitari come rilevazione di dati pressori arteriosi, ponderali, analisi cliniche per esempio valutazione del colesterolo etc.

 

Il nuovo piano di studi rende quindi il percorso formativo più aderente alle richieste della nuova figura professionale del laureato in Farmacia per la quale sono richieste ulteriori competenze per svolgere la propria professione in relazione, in particolare, al Sistema Sanitario Nazionale. Sono inoltre presi in considerazione altri settori di attività del farmacista come la gestione scientifica dei prodotti dietetici e dei cosmetici.

 

Prerequisiti
Per essere ammessi al Corso di studi occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo. Le conoscenze di base necessarie per un agevole accesso al corso sono nozioni generali di matematica, fisica, chimica, biologia, detta preparazione sarà verificata con il test di ammissione o con un test di verifica delle competenze in ingresso. Se la verifica non è positiva saranno indicati agli studenti specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso mediante la frequenza ad attività di recupero organizzate dalla Scuola.

Per l’ammissione al Corso di laurea è consigliabile altresì che lo studente possieda una conoscenza di base di informatica e di lingua inglese livello B1.


Per conseguire la laurea lo studente dovrà acquisire 300 crediti (CFU) complessivi, distribuiti in numero variabile per ciascun anno di corso in funzione della programmazione didattica attuata dal Corso di Laurea.

Ad ogni credito formativo universitario è associato un impegno medio di 25 ore da parte dello studente, suddivise fra didattica frontale e studio autonomo. L’attività didattica si svolge con lezioni frontali in aula ed esercitazioni di laboratorio a posto singolo sotto la guida del docente.

Al quinto anno è previsto un tirocinio professionale, svolto in una farmacia territoriale o ospedaliera, per 30 CFU.

Alla fine del percorso formativo, lo studente deve sostenere la prova finale che consiste nella discussione di una tesi scritta a carattere compilativo o sperimentale.

Ai sensi della Direttiva 85/432/CEE, la frequenza è obbligatoria. In particolare, per le attività formative che prevedono esercitazioni pratiche di laboratorio a posto singolo, la frequenza minima richiesta è del 90%.

Le conoscenze apprese dallo studente durante tutto il percorso universitario verranno verificate attraverso esami di profitto scritti o orali ed esperienze di laboratorio.

 

Il laureato in Farmacia può operare nei settori farmaceutico, dietetico, nutrizionale, diagnostico, cosmetico, degli articoli sanitari e dispositivi medici, svolgendo le seguenti attività professionali:

  • preparazione della forma farmaceutica dei medicinali nell’industria;
  • controllo dei medicinali in un laboratorio pubblico o privato;
  • responsabilità di fabbricazione, di controllo e di analisi dei medicinali: controllo sul settore produttivo e distributivo, dalle materie prime al prodotto finito;
  • immagazzinamento, conservazione e distribuzione dei medicinali e degli estratti vegetali nella fase di commercio all’ingrosso, nelle farmacie aperte al pubblico e negli ospedali (farmacie ospedaliere pubbliche e private);
  • Informazione farmaceutica e marketing nel settore dei medicinali, dei prodotti cosmetici, dietetici e nutrizionali, nonché erboristici;
  • formulazione, produzione, confezionamento, controllo di qualità e stabilità, e valutazione tossicologica dei prodotti cosmetici ed erboristici;
  • analisi e controllo delle caratteristiche fisico-chimiche e igieniche di acque minerali;
  • analisi e controllo di qualità di prodotti destinati all’alimentazione, produzione e controllo di dispositivi medici e presidi medico-chirurgici.
  • farmacovigilanza e controllo degli effetti avversi dei farmaci e dei prodotti della salute

 

Sbocchi occupazionali

Il più importante sbocco professionale del laureato di questo CdS è la Farmacia, ma il laureato è preparato anche per trovare occupazione nell’industria farmaceutica e alimentare.

 

  • Farmacie private aperte al pubblico, farmacie ospedaliere, parafarmacie, ASL, magazzini di distribuzione
  • Laboratori di analisi chimico-tossicologica, ambientale, alimentare e di controllo di qualità pubblici e privati
  • Esercizi commerciali di cui all'art.5 della legge 248/06
  • Centri di ricerca pubblici e privati
  • Industria farmaceutica, alimentare, cosmetica ed erboristica
  • Altri enti pubblici e privati (per esempio enti governativi e privati deputati all’erogazione di servizi di controllo e accreditamento)
  • Informazione scientifica sul farmaco
  • Insegnamento nelle scuole secondarie di I e II grado nelle classi di concorso A15, A31, A34, A50 e A60 (G.U. 14 febbraio 2016)

 

Il laureato in Farmacia ha accesso alla iscrizione all’Ordine dei Farmacisti e all’Ordine dei Chimici.

 

La laurea in Farmacia consente inoltre l'accesso alle Scuole di specializzazione non mediche nonché alla possibilità di iscriversi a numerosi Master post-laurea

 

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  1. Chimici informatori e divulgatori - (2.1.1.2.2)
  2. Farmacologi - (2.3.1.2.1)
  3. Farmacisti - (2.3.1.5.0)
  4. Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze chimiche e farmaceutiche - (2.6.2.1.3)

 

I dati presenti nel database di AlmaLaurea testimoniano che un'alta percentuale di laureati trova lavoro in tempi brevi.

 
ultimo aggiornamento: 14-Mar-2022
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
UniFI Scuola di Scienze della Salute Umana Home Page

Inizio pagina